Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

La vera giustizia

· Papa Francesco denuncia i gravi problemi del sovraffollamento carcerario e dei detenuti senza condanna ·

«La vera giustizia» è quella che «non si accontenta di castigare semplicemente il colpevole», ma cerca di «fare il possibile per correggere, migliorare ed educare». 

Andrej Mironov, «Gesù e l’adultera» (2011)

Papa Francesco ha affrontato questo tema di grande attualità in una lettera inviata ai partecipanti al XIX congresso internazionale dell’Associazione internazionale di diritto penale e al iii congresso dell’Associazione latinoamericana di diritto penale e criminologia. Auspicando «una giustizia che rispetti la dignità e diritti della persona umana, senza discriminazioni, e tuteli dovutamente le minoranze», il Papa ha denunciato quei «gravi problemi per la società» rappresentati dalle «carceri sovrappopolate» e dalle «persone detenute senza condanna». Dopo aver ricordato che a volte «la delinquenza affonda le radici nelle disuguaglianze economiche e sociali», il Pontefice ha fatto notare come «l’aumento e l’inasprimento delle pene» non facciano necessariamente diminuire la criminalità. Da qui l’invito a «non confondere la giustizia con la vendetta», puntando sul recupero del condannato e sul suo totale reinserimento nella comunità».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

18 luglio 2018

NOTIZIE CORRELATE