Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

La strada dopo Parigi

· Vertice in preparazione della Cop22 ·

È iniziato il percorso che porterà alla Conferenza mondiale sul clima Cop22, in programma a Marrakech, in Marocco, dal 7 al 18 novembre prossimi. 

Il letto di un fiume francese in secca  a causa della scarsità di piogge (Ansa)

 Nella città marocchina di Skhirat hanno avuto luogo ieri una serie di consultazioni tra circa 140 delegati — in rappresentanza di oltre 50 Paesi — che hanno stabilito i prossimi passi da intraprendere e delineato i punti principali da trattare quando, fra due mesi, il vertice mondiale sui cambiamenti climatici sarà aperto sotto la presidenza marocchina. Gli incontri di Skhirat sono stati presieduti da Aziz Mekouar, ambasciatore per gli incontri multilaterali, e da Laurence Tubiana, ambasciatrice per il clima della Cop21. L’obiettivo, da qui a novembre, sarà quello di riprendere il filo della discussione sul clima, che l’anno scorso ha avuto il suo punto fermo nell’Accordo di Parigi. I delegati si sono detti pronti a raccogliere l’eredità della Cop21 e mettere a fuoco la strategia che entro il 2020 dovrà influire positivamente sul pianeta. È stata anche stilata la prima agenda con le priorità per l’avvio dei lavori a Marrakech e il buon esito della Cop22.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 marzo 2019

NOTIZIE CORRELATE