Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

La speranza viene dai giovani

· Inaugurata in Giordania dal cardinale Sandri l’università di Madaba ·

Crescere insieme nel reciproco rispetto delle diverse sensibilità religiose: ecco la strada per sperare in un futuro di pace nel Medio Oriente. A indicarla agli studenti giordani dell’American Università di Madaba, affiliata al Patriarcato latino di Gerusalemme, è stato il cardinale Leonardo Sandri, presente all’inaugurazione giovedì 30 maggio insieme al re di Giordania Abdallah II. Con loro anche il patriarca Fouad Twal, il nunzio apostolico Giorgio Lingua e numerosi rappresentanti delle diverse comunità cristiane.

Il prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali ha portato innanzitutto il saluto e la benedizione di Papa Francesco che, ha detto il porporato, assicura di tenere sempre presente la Giordania nelle sue preghiere, chiedendo a Dio prosperità, fraternità e pace. Il cardinale Sandri ha anche aggiunto che il Pontefice riconosce il ruolo fondamentale della Giordania nello scacchiere mediorientale per la costruzione della solidarietà e della comprensione internazionale. E non ha mancato di ricordare, nel suo discorso, anche la visita compiuta nel Paese da Benedetto XVI e il sostegno da lui offerto proprio per la costruzione dell’università di Madaba: Ratzinger ha benedetto infatti la prima pietra del complesso il 9 maggio di quattro anni fa, durante la sua visita pastorale in Terra Santa.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

18 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE