Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

La signora anziana e l’autobus di linea

«Il simbolo del fallimento della città»: con queste parole un lettore ha inviato al «Corriere della Sera» la sequenza di fotografie che pubblichiamo qui accanto. Roma è sconquassata dalla pioggia, il traffico bloccato, una signora anziana aspetta per quaranta minuti l’autobus che dovrebbe riportarla a casa, dopo aver fatto la fila per pagare una bolletta. Finalmente il mezzo arriva: gli aspiranti passeggeri — ha raccontato Ester Palma sull’edizione romana del quotidiano del 2 febbraio scorso — chiudono gli ombrelli per salire a bordo. È quello che fa anche l’anziana signora, ma i suoi movimenti sono rallentati dall’età. Una passante si avvicina per aiutarla, un passeggero già a bordo chiede all’autista di attenderla, ma quando la donna sta per farcela, il conducente sbuffa e riparte, lasciando l’anziana sul marciapiede. L’Atac ha avviato un’inchiesta interna. Ma restano, indelebili, questi tre fotogrammi a dimostrare l’inumanità quotidiana a cui ci stiamo abituando.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

16 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE