Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

La scienza cristiana della sofferenza

· Benedetto XVI ai partecipanti alla conferenza internazionale del Pontificio Consiglio per gli Operatori Sanitari ·

La salute è un bene universale da difendere e non merce sottoposta a leggi di mercato

La salute è un bene universale e non privilegio per pochi. Lo ha ribadito il Papa durante l’incontro con i partecipanti alla XXVII conferenza internazionale organizzata dal Pontificio Consiglio per gli Operatori Sanitari, ricevuti  nella mattina di sabato 17 novembre. L’incontro di riflessione e di preghiera con il Papa nell’Aula Paolo VI, in occasione dell’Anno della fede, rappresenta un po’ il sigillo posto sulla conferenza, i cui lavori si erano conclusi nell’Aula del Sinodo venerdì sera. A questo significativo momento, iniziato nella basilica di San Pietro con la messa presieduta dall’arcivescovo Zygmunt Zimowski, presidente del Pontificio Consiglio per gli Operatori Sanitari, hanno partecipato anche i membri dell’associazione dei medici cattolici italiani e della federazione europea delle associazioni mediche cattoliche, riuniti in questi giorni nella sede romana dell’Università Cattolica del Sacro Cuore per il congresso su «Bioetica ed Europa cristiana».

Rivolgendosi direttamente ai professionisti e ai volontari della sanità, nel suo discorso il Papa ha sottolineato come la loro sia “una singolare vocazione, che necessita di studio, di sensibilità e di esperienza. Tuttavia – ha aggiunto - a chi sceglie di lavorare nel mondo della sofferenza vivendo la propria attività come una «missione umana e spirituale» è richiesta una competenza ulteriore, che va al di là dei titoli accademici. Si tratta della «scienza cristiana della sofferenza», indicata esplicitamente dal Concilio”.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

21 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE