Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​La Rivista della Badante

Si nasce sempre meno, la famiglia è sempre più rarefatta, l’età media si allunga, la crisi incombe, il servizio sanitario nazionale taglia sempre più: è per l’insieme di questi elementi che la figura della badante sta crescendo di importanza nelle società occidentali. In Italia, ad esempio, sono oggi 1 milione e 655 mila, ma si calcola che nel 2030 saranno 2 milioni e 155 mila, mentre sono oltre 12 milioni gli ultrasessantacinquenni, un milione dei quali malati di Alzheimer, 250 mila di Parkinson e due milioni non autosufficienti. Per cercare di capire e affrontare il fenomeno, è uscita «La Rivista della Badante», il primo free press bimestrale italiano dedicato alle badanti e alle famiglie che necessitano del loro aiuto. Con il contributo di geriatri, psicologi, nutrizionisti, avvocati e commercialisti, si parla di psicologia, medicina, alimentazione, fisioterapia, economia domestica, fisco e previdenza. L’intento è quello di sostenere sia le famiglie nel momento in cui decidono di ricorrere a una badante, trovandosi ad affrontare la difficile scelta di inserire una persona “estranea” nella casa di un congiunto non più autosufficiente, sia di fornire una guida per le badanti stesse. I problemi sono tanti: dalla selezione della persona più adatta, al rispetto di chi si assume. 

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

29 gennaio 2020

NOTIZIE CORRELATE