Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

La regola di un cardinale

· Nella basilica vaticana Papa Francesco celebra la messa con i porporati creati nel concistoro di sabato mattina ·

«Il comportamento di Dio» deve diventare «regola del nostro agire». È la raccomandazione rivolta da Papa Francesco ai diciannove cardinali creati nel concistoro di sabato. Con diciotto di loro il Pontefice ha celebrato la messa domenica 23 febbraio, nella basilica di San Pietro.

«Amiamo – ha raccomandato Papa Francesco – coloro che ci sono ostili; benediciamo chi sparla di noi; salutiamo con un sorriso chi forse non lo merita; non aspiriamo a farci valere, ma opponiamo la mitezza alla prepotenza; dimentichiamo le umiliazioni subite. Lasciamoci sempre guidare dallo Spirito di Cristo, che ha sacrificato sé stesso sulla croce, perché possiamo essere “canali” in cui scorre la sua carità. Questo è l’atteggiamento, questa è deve essere la condotta di un Cardinale». Ed ha aggiunto: «Il Cardinale — lo dico specialmente a voi — entra nella Chiesa di Roma, Fratelli, non entra in una corte. Evitiamo tutti e aiutiamoci a vicenda ad evitare abitudini e comportamenti di corte: intrighi, chiacchiere, cordate, favoritismi, preferenze. Il nostro linguaggio sia quello del Vangelo: “sì, sì; no, no”; i nostri atteggiamenti quelli delle Beatitudini, e la nostra via quella della santità».

Il testo integrale dell'omelia di Papa Francesco

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

23 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE