Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Apostola
degli apostoli

Per espresso desiderio di Papa Francesco, la Congregazione per il culto divino e la disciplina dei sacramenti ha pubblicato un decreto datato 3 giugno 2016, solennità del Sacratissimo Cuore di Gesù, con il quale la celebrazione di santa Maria Maddalena, oggi memoria obbligatoria, sarà elevata nel Calendario romano generale al grado di festa.

Un capitello della basilica  dedicata alla santa  a Vézelay (Francia)

La decisione s’iscrive nell’attuale contesto ecclesiale, che domanda di riflettere più profondamente sulla dignità della donna, la nuova evangelizzazione e la grandezza del mistero della misericordia divina. Fu Giovanni Paolo II a dedicare una grande attenzione non solo all’importanza delle donne nella missione stessa di Cristo e della Chiesa, ma anche, e con speciale risalto, alla peculiare funzione di Maria di Magdala quale prima testimone che vide il risorto e prima messaggera che annunciò agli apostoli la risurrezione del Signore (cfr. Mulieris dignitatem, n. 16). Questa importanza prosegue oggi nella Chiesa — lo manifesta l’attuale impegno di una nuova evangelizzazione — che vuole accogliere, senza alcuna distinzione, uomini e donne di qualsiasi razza, popolo, lingua e nazione (cfr. Apocalisse, 5, 9), per annunciare loro la buona notizia del Vangelo di Gesù Cristo, accompagnarli nel loro pellegrinaggio terreno e offrire loro le meraviglie della salvezza di Dio. Santa Maria Maddalena è un esempio di vera e autentica evangelizzatrice, ossia di una evangelista che annuncia il gioioso messaggio centrale della Pasqua (si vedano la colletta del 22 luglio e il nuovo prefazio).

Papa Francesco ha preso questa decisione proprio nel contesto del giubileo della Misericordia per significare la rilevanza di questa donna che mostrò un grande amore a Cristo e fu da Cristo tanto amata.

di Arthur Roche, 
Arcivescovo segretario della Congregazione
per il culto divino 
e la disciplina dei sacramenti

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

10 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE