Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

La Posta non è invecchiata

· Il 9 ottobre 1878 il trattato di Berna abbatteva le barriere mondiali della comunicazione ·

In tempo di Internet l’ufficio postale sembra un po’ come quei piccoli negozi di alimentari, vetusti e con poca mercanzia, che cercano di resistere allo strapotere dei supermercati. Eppure la rete postale è un servizio indispensabile a centinaia di milioni di persone per i suoi servizi finanziari, garantisce supporto durante le catastrofi naturali, che mettono in ginocchio la rete web, e fornisce informazioni essenziali in tempi di crisi.

Monumento a Berna dedicato all’Universal Postal Union

Per ribadire l’importanza della posta nella vita quotidiana dell’uomo e sottolineare il suo contributo allo sviluppo socio-economico mondiale, l’Onu il 9 ottobre di ogni anno celebra la Giornata mondiale della posta. La data scelta è l’anniversario della creazione dell’Unione postale universale creata nel 1874 a Berna in Svizzera e che costituisce ancora il principale forum di cooperazione tra i Governi. Non a caso l’Unione postale rientra tra le istituzioni riconosciute dalle Nazioni Unite. «Contando più di 600 mila uffici nell’insieme del pianeta il servizio postale è una delle più grandi risorse logistiche e un elemento centrale della vita sociale nel mondo», ha dichiarato il segretario generale delle Nazioni Unite, António Guterres, in occasione della Giornata mondiale. «Questa rete, basata sui trattati internazionali che la sostengono e sulla sua enfasi di servizio universale, è un fattore costante di multilateralismo e un punto di forza per l’attuazione del Programma di Sviluppo Sostenibile 2030. Contribuisce inoltre a promuovere l’alfabetizzazione e l’educazione dei bambini». «Invito il servizio postale a continuare i suoi ammirevoli sforzi per far progredire l’umanità e raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile», ha concluso Guterres.

La posta è nata grazie al trattato di Berna firmato il 9 ottobre 1874, che ha istituito l’Unione generale delle Poste. In tre anni i Paesi che aderirono furono talmente tanti che la rete postale nel 1878 fu rinominata Universal Postal Union. Il Trattato di Berna ha trasformato una miriade di servizi e regolamenti postali internazionali in un unico territorio per lo scambio di lettere e ha rimosso gli ostacoli e le frontiere che ostacolavano la libera circolazione e lo sviluppo della posta internazionale.

Ecco perché ogni anno, più di 150 paesi celebrano la Giornata mondiale della posta il 9 ottobre. In alcuni paesi, questo è un giorno festivo per i lavoratori postali. Molti altri colgono l’occasione per lanciare o promuovere nuovi prodotti e servizi postali.

Altri Paesi premiano i loro dipendenti in questa giornata. In più si organizzano mostre filateliche, francobolli e cancellazioni commemorative. Altri uffici postali, i più antichi, organizzano visite al loro centro di elaborazione postale o al loro museo postale. Per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza, anche ai nostri giorni, del servizio postale si organizzano conferenze, seminari o workshop, attività culturali, sportive e ricreative.

di Annalisa Antonucci

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 gennaio 2020

NOTIZIE CORRELATE