Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

La piaga
del lavoro minorile

· Iniziative di Caritas India per contrastare il fenomeno ·

New Delhi, 6. Sono numerose le iniziative e gli sforzi compiuti da Caritas India per contrastare la piaga del lavoro minorile nel paese. Secondo i dati dell’ultimo censimento effettuato nel 2011, il numero totale di bambini lavoratori (tra i 5 e i 14 anni) è di 4,3 milioni, segnando una clamorosa riduzione rispetto agli oltre 12 milioni riferiti dal censimento del 2001. Tuttavia, cambia, peggiorando, la composizione per età dei bambini impiegati nel lavoro. Secondo un rapporto Unicef del 2017 la percentuale di bambini di età compresa tra i 5 e i 9 anni è salita proporzionalmente dal 15 per cento del 2001 al 25 per cento del 2011.

Il problema dei minori che lavorano e non frequentano la scuola è dunque, ancora, «un problema serio del quale un paese come l’India dovrebbe vergognarsi», come spiega Caritas India. Il fenomeno interessa diversi settori occupazionali sia nelle aree rurali che in quelle urbane. Al riguardo, l’ente caritativo sostiene un programma nel distretto di Darjeeling, nello stato del Bengala occidentale, con il quale intende raggiungere l’obiettivo del Child Labor Free. «Se avrà successo — ha spiegato all’agenzia Fides, Anthony Chettri, responsabile del programma della Caritas — per la prima volta in India l’impegno congiunto di governo e società civile raggiungerà questo obiettivo. Il progetto potrebbe salvare almeno 45 bambini lavoratori anche grazie alla collaborazione dei Gram Panchayat (il “Consiglio locale” che governa ciascun villaggio). Ogni bambino lavoratore, se recuperato, può eccellere nella vita. Caritas India ritiene che, come nazione, dobbiamo garantire all’infanzia un futuro migliore». 

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

17 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE