Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

La perfezione morale è il più alto valore dello sport

· Benedetto XVI a un congresso di medici sportivi ·

La perfezione morale e spirituale vale più di qualsiasi risultato fisico e costituisce il più grande valore dello sport. Lo ha detto il Papa ai partecipanti al XXXII congresso internazionale di medicina dello sport, ricevuti in udienza giovedì mattina, 27 settembre, nella Sala degli Svizzeri del Palazzo Apostolico a Castel Gandolfo.

Nel discorso in lingua inglese ai congressisti provenienti da centodiciassette Paesi dei cinque continenti, Benedetto XVI ha sottolineato «la capacità che hanno lo sport e gli sforzi atletici di unire le persone e i popoli nella ricerca comune di una pacifica eccellenza competitiva», come hanno mostrato i recenti giochi olimpici e paralimpici di Londra. Del resto — ha aggiunto il Pontefice — «il richiamo universale e l’importanza dell’atletica e  della medicina dello sport sono giustamente riflessi anche dal tema del Congresso di quest’anno, che tratta delle implicazioni a livello mondiale del vostro lavoro, e della sua potenziale possibilità d’ispirare molte persone diverse in tutto il globo».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE