Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

La nuova papamobile di Benedetto XVI

· Omaggio della Mercedes Benz ·

Carta di circolazione blu numero 6.224 per la nuova papamobile offerta a Benedetto XVI dalla Mercedes Benz. È entrata in servizio effettivo sabato scorso, 8 dicembre, in occasione del tradizionale omaggio del Papa alla statua della Vergine in piazza di Spagna a Roma. Si tratta di una rielaborazione particolare ed esclusiva del modello 500matic della casa automobilistica tedesca. Bianca madreperla, lunga 5,63 metri, larga circa 1,93, alta 2,75,  la nuova papamobile è dotata di un motore a benzina verde di 4.600 cc di cilindrata, 6 cilindri a v, e pesa in totale circa 4.700 chilogrammi.  Prosegue dunque la tradizione inaugurata nel 1930 dalla Mercedes Benz, che si è assunta l’impegno di fornire al Papa una macchina per i suoi spostamenti. La prima fu consegnata a Pio IX proprio nel 1930. Si trattava di  una Nurburg 460 pullman limousine. Negli anni sessanta fu donata a Giovanni XXIII una 360 d decappottabile, mentre Paolo VI ricevette prima una Mercedes 600 pullman Landaulet e successivamente una 300  Sel. A Papa Montini  venne offerta anche una Lincoln bianca decappottabile, che usò durante il suo pellegrinaggio in India nel 1964; ma si trattò di un dono dei cattolici degli Stati Uniti d’America. La usò  l’ultima volta proprio nel giorno della sua partenza da Bombay: volle infatti lasciarla a sua volta in dono a madre Teresa di Calcutta, ben sapendo che la suora ne avrebbe fatto buon uso. Infatti la religiosa mise immediatamente all’asta la vettura e con il ricavato  dette vita alla fondazione Titagarah per la riabilitazione dei malati di lebbra.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

23 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE