Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

La nigeriana Chimamanda Ngozi Adichie
vince il Pen Pinter Prize

Alla scrittrice nigeriana Chimamanda Ngozi Adichie è stato assegnato il Pen Pinter Prize, riconoscimento letterario istituito in memoria del drammaturgo e regista teatrale inglese Harold Pinter, premio Nobel per la letteratura nel 2005, conferito a scrittori britannici e del Commonwealth. Nella motivazione, la giuria sottolinea la capacità di Adichie di rivolgere al mondo e alla società uno sguardo disincantato, lucido e sofisticato al contempo, con il risultato di analizzare la realtà in modo incisivo e profondo. L’opera della scrittrice nigeriana è dunque in perfetta sintonia con le coordinate, cui si ispira il premio, tracciate da Pinter nel discorso pronunciato nel 2005 in occasione del Nobel: con coraggio, franchezza e impassibilità, il vero scrittore deve descrivere il mondo nei suoi aspetti positivi e negativi. Qualità che caratterizzano la produzione letteraria di Adichie: nei romanzi Ibisco viola , Metà di un sole giallo, Americanah e nei racconti di Quella cosa intorno al collo, la giovane scrittrice racconta con equilibrio e fermezza, senza concessioni alla retorica, la battaglia che l’individuo combatte per estirpare dalla società stereotipi e paradigmi lesivi della dignità umana. In questo contesto, in cui s’intrecciano dinamiche legate a razzismo e immigrazione, s’inserisce la forte denuncia della condizione delle donne africane, vittime di violenze e soprusi: per loro Adichie ha sempre una parola di speranza, esortandole a non darsi mai per vinte. Emblematica è la figura di Ifemelu, giovane studentessa protagonista di Americanah, costretta a lasciare la Nigeria, sotto il tallone della dittatura, alla volta degli Usa, in un viaggio complesso e tormentato, ma anche foriero di folgoranti illuminazioni su identità personale, amore per il prossimo e incontro fra culture.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

17 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE