Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

La necessità di un cambiamento
nella gestione degli aiuti umanitari

Il sistema dell’assistenza umanitaria globale è ormai allo stremo: servono non soltanto più risorse, ma anche un cambiamento radicale delle modalità di gestione e di intervento. Questo il concetto espresso ieri dall’Alto commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati, António Guterres, durante la riunione annuale del Comitato esecutivo dell’Unhcr. L’aumento dei finanziamenti umanitari globali, che già nel 2013 aveva raggiunto il livello record di 22 miliardi di dollari, non riesce più a tenere il passo con le crescenti necessità. Il numero di rifugiati presenti al mondo ha raggiunto i 51,2 milioni, un livello mai registrato dai tempi del secondo dopoguerra. «Questo — ha aggiunto Guterres — mette in discussione l’adeguatezza e la sostenibilità delle risorse disponibili per la risposta umanitaria; già oggi, con l’aumento esponenziale dei bisogni che si è verificato negli ultimi tre anni, il sistema dei finanziamenti è sull’orlo del fallimento».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 maggio 2019

NOTIZIE CORRELATE