Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

La misericordia
è un ponte

· Nella Scrittura ·

Cristo della cattedrale di Cefalù (XII secolo)

Tutto nella Bibbia si tiene a partire dall’amore di Dio che si rende manifesto e comprensibile come perdono e misericordia. Lo scrive Carlo Di Cicco nel volume Se ti leggo amerò per sempre (Trapani, Il pozzo di Giacobbe, 2014, pagine 164, euro 14) sottolineando che Gesù, colui che salva, ha un nome che esprime la natura del Dio cristiano, pieno di misericordia e di compassione. Questa caratteristica di Dio apre e conclude la Bibbia. È vero che la Genesi narra il peccato dell’uomo come rottura dell’equilibrio della creazione, ma tra peccato e redenzione non passa molto tempo: Dio interviene subito. Ricorda la responsabilità umana e insieme annuncia la possibilità di superare con la redenzione la colpa che inquieta l’animo umano. Dio inventa una vera e propria nuova creazione che attuandosi gradualmente nella storia, secondo i ritmi propri del tempo e dello spazio, sarà completata alla fine dei tempi. Per amore, fin dal principio Dio mette in gioco se stesso pur di rendere possibile il riscatto dell’uomo.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

14 novembre 2019

NOTIZIE CORRELATE