Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

La misericordia
è più forte delle divisioni

· ​All’udienza generale Francesco parla dell’ottavario ecumenico ·

Il fonte battesimale (XII secolo) della cattedrale luterana di Riga

L’invito ad andare «al di là delle nostre divisioni» è stato rivolto a tutti i cristiani da Papa Francesco, all’udienza generale di mercoledì 20 gennaio, dedicata all’ottavario ecumenico. Dopo averne ricordato il tema tratto dalla prima lettera di san Pietro e scelto da un gruppo ecumenico della Lettonia, il Pontefice ha sottolineato come durante la settimana per l’unità dei cristiani occorra pregare «affinché tutti noi discepoli di Cristo troviamo il modo di collaborare insieme per portare la misericordia del Padre in ogni parte della terra».

Elemento unificante in tal senso è il battesimo. «Al centro della cattedrale luterana di Riga — ha spiegato — vi è un fonte battesimale che risale al XII secolo». Esso, ha aggiunto, «è segno eloquente di una origine di fede riconosciuta da tutti i cristiani della Lettonia, cattolici, luterani e ortodossi. Tale origine è il nostro comune battesimo». E a questo proposito, anche la lettera di Pietro scelta per le celebrazioni di quest’anno «è rivolta alla prima generazione di cristiani per renderli consapevoli del dono ricevuto col battesimo». Perciò, ha sottolineato il Pontefice, «anche noi, in questa settimana siamo invitati a riscoprire tutto questo, e a farlo insieme».

La catechesi del Papa  

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

25 aprile 2019

NOTIZIE CORRELATE