Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

La medicina più importante

· ​Papa Francesco ha incontrato «i ragazzi del Bambino Gesù» ·

Li ha salutati uno per uno, distribuendo con affetto quella che lui stesso ha definito «la medicina più importante», le carezze. Nel pomeriggio di lunedì 10 aprile, in un’auletta dell’aula Paolo VI, il Papa ha incontrato un gruppo di bambini e ragazzi — dai 5 ai 18 anni — ricoverati all’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma, accompagnati dai genitori, dai medici e dalla presidente Mariella Enoc. Con loro anche il direttore generale della Rai, Antonio Campo Dall’Orto. Il gruppo di giovani pazienti, infatti, ha una caratteristica speciale: sono tutti protagonisti della serie televisiva I ragazzi del Bambino Gesù, il documentario che sui Rai3, la domenica sera, mostra la quotidianità da loro vissuta all’interno dell’ospedale.

«Ognuno di voi è una storia» ha detto loro il Pontefice sottolineando l’importanza per chi si occupa della salute delle persone di non fermarsi al freddo dato clinico, ma di ricordarsi sempre di avere di fronte una vita, con una storia diversa da tutte le altre. Un’attenzione umana che è uno dei fiori all’occhiello dell’ospedale Bambino Gesù. Il Papa ha infatti ricordato l’incontro avuto lo scorso 15 dicembre, rimarcando il modo con cui la presidente Enoc e i medici presentavano le persone: «Sapevano — ha sottolineato — i nomi di tutti, di ognuno. Sapevano anche cosa succedeva nella loro vita. E io ho percepito che più che un ospedale, questo è una famiglia».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

24 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE