Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Si scioglie la Groenlandia

· Persi oltre 2500 miliardi di tonnellate di ghiaccio ·

Il riscaldamento globale sta facendo sentire i suoi effetti devastanti anche in Groenlandia, dove i ghiacciai stanno avendo un sempre più rapido e preoccupante scioglimento. 

Laghi affiorano in Groenlandia per lo scioglimento dei ghiacci (Joughin/UW Polar Science Center)

Nel corso degli ultimi 160 anni, il ghiacciaio Jakobshavn, il più grande della Groenlandia, è arretrato di oltre 45 chilometri, ma ultimamente la velocità con cui si scioglie è aumentata di tre volte rispetto alla media degli anni Novanta. Dal 2004 a oggi, i ghiacciai groenlandesi hanno perso oltre 2500 miliardi di tonnellate di ghiaccio, circa 300 miliardi di tonnellate all’anno (a ferragosto scorso, un blocco di dodici chilometri quadrati si è staccato dallo stesso Jakobshavn). E lo scioglimento, indicano gli esperti del settore, farà aumentare il livello dei mari in tutto il mondo. Una situazione grave che non riguarda certo solo la Groenlandia. Negli ultimi vent’anni, infatti, è stato perso circa il 40 per cento del ghiaccio artico. Oltre ottanta leader mondiali hanno intanto confermato la propria presenza alla Cop21, la Conferenza dell’Onu sul clima, che avrà luogo a Parigi dal 30 novembre all’11 dicembre prossimi. L’obiettivo del summit — dopo oltre vent’anni di infruttuose mediazioni — è trovare un accordo sulla riduzione dei gas responsabili dell’effetto serra, condiviso e accettato da tutti i Paesi che vi parteciperanno.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE