Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

La gioia è un servizio al mondo

· Festa bavarese per il Papa a Castel Gandolfo ·

Dal cuore della Baviera è  giunto un caloroso e simbolico abbraccio a Benedetto XVI. Glielo hanno regalato mille pellegrini di Monaco e Frisinga guidati dall’arcivescovo, il cardinale Reinhard Marx. Venerdì pomeriggio, 3 agosto, nel cortile del Palazzo Apostolico  di Castel Gandolfo, musiche bavaresi, stornelli, canti e melodie hanno rallegrato la serata.

Al termine il Papa, nel ringraziare i presenti, ha ricordato che la gioia manifestata e testimoniata agli altri contribuisce a costruire un mondo riconciliato. “Dicendo 'no' alla gioia – ha spiegato – non rendiamo servizio ad alcuno, rendiamo il mondo solamente più oscuro. E chi non ama se stesso non può dare nulla al prossimo, non può aiutarlo, non può essere messaggero di pace”.

“Questo – ha aggiunto – lo sappiamo dalla fede, e lo vediamo ogni giorno: il mondo è bello e Dio è buono. E per il fatto che Egli si è fatto uomo ed è venuto in mezzo a noi, che Egli soffre e vive con noi, noi lo sappiamo definitivamente e concretamente: sì, Dio è buono ed è bene essere persona. Noi viviamo di questa gioia, e partendo da questa gioia cerchiamo anche di portare gioia agli altri, di respingere il male e di essere servitori della pace e della riconciliazione”.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

23 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE