Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

La fiamma di Zoroastro

· I sapienti venuti dall’oriente protagonisti di una mostra alla Brunei Gallery di Londra ·

Alessandro Scafi prende spunto da una mostra che si è tenuta alla Brunei Gallery della School of Oriental and African Studies a Londra per approfondire la figura di Zoroastro. 

Seguendo una stella tre sapienti vennero dall’Oriente a salutare il Dio neonato, deposto in una mangiatoia, scrive Scafi. Il sintetico resoconto del vangelo di Matteo li definisce magi, titolo riferito specificamente ai sacerdoti zoroastriani dell’impero persiano. La successiva tradizione cristiana aggiunse il dettaglio della loro regalità e il fatto che uno di essi portò come dono al Figlio di Dio l’incenso, che ancora oggi si brucia nei templi zoroastriani.

Zoroastro figura nella celebre Scuola di Atene affrescata da Raffaello nelle Stanze Vaticane, campeggia nel titolo della famosa opera di Nietzsche e la sua fede viene praticata ai nostri giorni da più di 100.000 fedeli in varie parti del mondo. Ma chi era Zoroastro e chi sono gli zoroastriani?

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

26 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE