Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

La Fed
apre una nuova era

· Aumentato il costo del denaro dello 0,25 per cento ·

La Federal Reserve ha aperto ieri una nuova era, chiudendo la stagione dei tassi pari allo zero, iniziata nel 2008 con la crisi finanziaria.

Janet Yellen annuncia il rialzo dei tassi d’interesse (Afp)

Con una mossa definita «storica» dagli analisti, la Banca centrale statunitense ha infatti alzato i tassi di interesse di un quarto di punto a 0,25-0,50 per cento. Si tratta del primo rialzo dal giugno del 2006. «L’aumento moderato dei tassi riconosce i progressi dell’economia», ha affermato il presidente della Fed, Janet Yellen, sottolineando che la mossa mette fine a una «fase straordinaria» della politica monetaria. Una fase iniziata nel 2008 (ultima volta che i tassi sono stati toccati), quando alla guida della Banca centrale c’era Ben Bernanke che, il 16 dicembre di sette anni fa, aveva portato il costo del denaro ai minimi storici, a zero. La decisione ha avuto ripercussioni positive nel Vecchio Continente. Tutte le borse europee hanno infatti aperto in forte rialzo, segno tangibile — evidenziano gli analisti — che la forza della ripresa dell’economia a stelle e strisce può reggere un costo del denaro più alto.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

26 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE