Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

La fatica di uscire
dal passato

· Intervista alla scrittrice Anilda Ibrahimi ·

In Albania bisogna evitare il rischio di ripetere gli stessi enormi errori commessi negli anni Novanta, alla caduta del regime comunista. Errori che il paese delle aquile sta ancora pagando. È quanto afferma in un’intervista a «L’Osservatore Romano» la scrittrice albanese Anilda Ibrahimi. Nata a Valona nel 1972, cattolica, anche se il cognome tradisce un’origine islamica, Ibrahimi vive in Italia dal 1999 ma ovviamente segue con attenzione le vicende della sua patria, sottolineando l’importante ruolo che svolgono e possono svolgere le religioni, precisando che per l’Albania non esiste alcun pericolo islamico.

di Fabrizio Contessa

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

14 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE