Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

La faccia triste dell’America

· Oltre quaranta milioni di statunitensi soffre la fame ·

 Nonostante l’economia americana sia in ripresa e il tasso di disoccupazione in calo, oltre 42 milioni di persone negli Stati Uniti soffrono la fame. A fornire il dato allarmante è la Feeding America, secondo cui quasi un cittadino statunitense su sette soffre di gravi problemi di malnutrizione.

Senzatetto a Pensacola in Florida (Afp)

Stando a recenti statistiche pubblicate dal dipartimento dell’Agricoltura, 15,8 milioni di famiglie statunitensi — il 12,7 per cento del totale — in un certo momento dell’anno scorso non hanno avuto abbastanza cibo per nutrirsi.

Nonostante la sua drammaticità, il dato registra un miglioramento rispetto al 14 per cento del 2014, ma è ancora superiore ai numeri di un decennio fa. Segno che gli effetti della grande crisi economica continuano a farsi sentire. Inoltre, secondo secondo i dati governativi, entro la fine del 2016 circa un milione di americani perderanno i benefici dei buoni pasto statali a causa delle modifiche nella legge. Banche alimentari, mense e chiese in tutto il paese già riferiscono di avere una domanda più elevata che mai. E sono sempre di più gli anziani e le famiglie a basso reddito che fanno ricorso a questi aiuti di emergenza. «C’è ancora l’idea che banche alimentari e mense siano solo per i senza tetto, ma non è così» ha spiegato Margarette Purvis, amministratore delegato del Banco Alimentare di New York: «Molte persone fanno affidamento su queste risorse proprio per non perdere la propria casa».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE