Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

La diplomazia cerca una soluzione politica in Siria

· Al Cairo per colloqui con la Lega araba l’inviato speciale dell’Onu, Lakhdar Brahimi ·

La diplomazia internazionale cerca una strada politica per uscire dalla crisi siriana. Il segretario generale della Lega araba, Nabil El Araby, riceve oggi al Cairo l’inviato speciale per la Siria, Lakhdar Brahimi. Questi riferirà dei suoi recenti contatti con i ministri degli Esteri dell’Unione europea e degli ultimi sviluppi della situazione. Al Cairo, Brahimi incontrerà anche il ministro degli Esteri egiziano, Kamel Amr.

Intanto, la Turchia ha avanzato un nuovo piano di pace alla Russia per una possibile transizione democratica in Siria. Secondo la stampa, la proposta turca chiede al presidente Bashar Al Assad di farsi da parte nei primi tre mesi del 2013 e che il processo di transizione sia guidato dalla Coalizione delle opposizioni nata a Doha, che ha ricevuto anche il riconoscimento di diversi Paesi. Il piano sarebbe stato discusso — sempre secondo la stampa — durante l’incontro tra il presidente russo, Vladimir Putin, e il premier turco, Recep Tayyip Erdogan, a Istanbul il 3 dicembre scorso. Il leader del Cremlino l’avrebbe giudicato «creativo».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

12 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE