Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Kiev chiede l’aiuto internazionale

· Per l’organizzazione delle elezioni presidenziali ·

Diplomazia al lavoro nel tentativo di disinnescare la grave crisi ucraina, mentre Kiev ha chiesto l’aiuto internazionale per l’organizzazione delle prossime elezioni presidenziali del 25 maggio.

Filo spinato a Donetsk (Afp)

Crocevia della nuova tela diplomatica è Vienna, dove una trentina di ministri degli Esteri, tra cui quelli russo, Serghiei Lavrov, e ucraino, Andrii Deschizia, si sono ritrovati per una riunione del consiglio d’Europa. Nelle stesse ore, a Roma il g7 dei ministri dell’Energia ha confermato la propria determinazione di assicurare diversi tipi di assistenza di cui l’Ucraina ha bisogno, soprattutto per rafforzare la propria sicurezza energetica. Lavrov ha aperto alla proposta del capo della diplomazia tedesca, Frank-Walter Steinmeier, per una seconda conferenza di Ginevra, pur con un certo scetticismo. Dall’Ucraina è stato intanto lanciato un appello alla comunità internazionale per il sostegno all’organizzazione di elezioni presidenziali libere e democratiche.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 marzo 2019

NOTIZIE CORRELATE