Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Karachi violenta

· Dopo una notte di combattimenti respinto l’assalto di un commando talebano contro l’aeroporto ·

Un attentatore suicida fa strage di pellegrini sciiti nel Balucistan

L’ennesima conferma che Karachi è una città che vive nel segno della violenza si è avuta tra ieri e oggi, quando uomini armati hanno compiuto un assalto contro l’aeroporto internazionale.

Truppe speciali intervengono allo scalo aeroportuale (Ansa)

 Tutta la notte sono durati i combattimenti fra i miliziani del movimento Tehrek-e-Taliban Pakistan (Ttp) e le forze governative: e all’alba di oggi, come ha riferito un comunicato diffuso dalle autorità di Islamabad, l’ordine è stato ripristinato, con l’uccisione, durante diversi scontri a fuoco, di tutti gli uomini del commando. 

Ieri sera una ventina di miliziani si erano infiltrati nella zona cargo dell’aeroporto, dove si sono fatti esplodere due attentatori suicidi. Durante il primo scontro a fuoco con le forze di sicurezza, i miliziani del Ttp hanno appiccato il fuoco a un edificio nella zona del vecchio scalo: le fiamme si sono poi propagate, con i vigili del fuoco impossibilitati a intervenire per timore di diventare bersaglio degli assalitori. Dopo il duplice attentato suicida sono entrati in azione una decina di terroristi, pesantemente armati, facendosi largo con il lancio di bombe a mano. Hanno poi ingaggiato uno scontro a fuoco con le forze di sicurezza: nella sparatoria tre agenti e due civili sono rimasti uccisi.

Ma non solo la città di Karachi è stata teatro di violenze. Nella regione del Balucistan, un attentatore suicida si è fatto saltare in aria in un ristorante affollato di pellegrini sciiti: secondo fonti locali, citate dall’agenzia Ansa, sono state ventiquattro le persone rimaste uccise.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

05 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE