Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Irma devasta i Caraibi

· Distrutta Barbuda mentre la Florida si prepara all’uragano ·

L’uragano Irma, uno dei più potenti mai registrati nell’Atlantico, sta devastando i Caraibi e punta sulla Florida che si prepara al peggio. Secondo le Nazioni Unite, l’impatto di questo uragano potrebbe riguardare 37 milioni di persone. Il primo ministro di Antigua e Barbuda, Gaston Browne, ha detto che il 95 per cento degli edifici sono distrutti o danneggiati e oltre 1400 persone sono senza casa. 

La furia di Irma si abbatte su Fajardo  a Porto Rico (Reuters)

Un bimbo di due anni, ha aggiunto, è rimasto ucciso mentre la famiglia tentava di fuggire da uno degli edifici danneggiati. Stesso scenario anche a St. Martin, dove le autorità francesi dell’isola hanno riferito di danni a quasi tutti gli edifici. Michael Joseph, della Croce Rossa, ha parlato di uno sfacelo «senza precedenti» a Barbuda mentre Antigua è stata risparmiata. Irma dovrebbe raggiungere la Florida domenica prossima. L’ultimo aggiornamento del National Hurricane center segnala che l’uragano ha superato le Isole Vergini britanniche dove l’allerta è rientrata mentre resta in piedi a Porto Rico, nella Repubblica Dominicana, ad Haiti, a Cuba, alle Bahamas e nelle isole Turks e Caicos. La forza di Irma, con venti che sfiorano i trecento chilometri orari, resta categoria cinque, la massima. Per la prima volta da sette anni nell’Atlantico si sono formati tre uragani contemporaneamente. Oltre a Irma incombono infatti anche Jose e Katia.

Il presidente francese, Emmanuel Macron, dopo aver partecipato alla cellula di crisi al ministero dell’interno ha previsto «un bilancio duro e crudele». Sospesi i collegamenti aerei con i principali scali della Florida dove il governatore, Rick Scott, ha mobilitato mille uomini della Guardia nazionale mentre altri 7000 entreranno in servizio domani. «Irma — ha avvertito Scott — è piu potente di Andrew», il secondo uragano più distruttivo della storia degli Stati Uniti che colpì la Florida nel 1992 provocando 65 morti.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

15 dicembre 2017

NOTIZIE CORRELATE