Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Intimidazionia Java
contro i cristiani

· ​A Surakarta estremisti islamici interrompono la messa ·

Non è finita come il 26 luglio scorso in Francia, quando estremisti islamici uccisero barbaramente don Jacques Hamel durante la messa, ma giorni fa nella chiesa di San Pietro a Purwosari, a Surakarta City, nella provincia indonesiana di Central Java, si sono vissute scene di terrore simili. Duecento fedeli cristiani erano riuniti per celebrare la commemorazione di una defunta quando, all’improvviso, due musulmani nascosti tra la folla hanno interrotto la funzione intimorendo i presenti e costringendo il parroco, padre Adrianus Sulistiyono, a fuggire insieme al suo assistente.

La messa dopo mille giorni dalla morte di una persona cara è una tradizione dei cattolici di Java, che commemorano i propri cari con un evento religioso cui sono invitati anche i non cattolici. Di solito la messa viene celebrata nella casa della famiglia, ma questa volta, visto il grande numero di invitati, era stato chiesto al capo del villaggio di poter usare una struttura pubblica. Quest’ultimo, non cattolico, aveva dato l’approvazione e sedeva anch’egli tra i fedeli.
Dopo le prime letture della Bibbia i due musulmani hanno iniziato a insultare il sacerdote e i presenti. Le forze dell’ordine sono riuscite ad allontanarli, ma essi sono tornati con un altro gruppo di persone e hanno continuato a disturbare la celebrazione e a intimidire tutti, compresi i bambini, chiedendo che la messa fosse interrotta.
Non è la prima volta che in Indonesia, il Paese a maggioranza musulmana più popoloso al mondo, una celebrazione cristiana viene interrotta con la forza perché giudicata “eretica”. Il 28 agosto un diciassettenne, “ispirandosi” all’assassinio di don Hamel, ha tentato di accoltellare un sacerdote nella parrocchia di San Giuseppe a Medan (capoluogo di Sumatra settentrionale). E circa un anno fa, a Yogyakarta, islamici bloccarono la recita di un rosario.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

26 maggio 2019

NOTIZIE CORRELATE