Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Intesa sulla riforma fiscale

· I repubblicani trovano l’accordo sul testo che taglia le tasse alle imprese e apre la strada alle trivellazioni in Alaska ·

I repubblicani hanno finalizzato l’ultima versione della riforma fiscale. L’accordo è stato raggiunto dopo mesi di trattative. Ora il Grand Old Party può presentarsi compatto al Congresso per cercare di far passare la nuova legge al più presto. Il presidente Donald Trump ha espresso soddisfazione «ed è ansioso di rispettare la promessa fatta al popolo americano di consegnare loro un taglio delle tasse entro la fine dell’anno» ha detto il portavoce della Casa Bianca.

Particolare della sede del Congresso statunitense  a Capitol Hill

I sostenitori della riforma affermano che le nuove norme permetteranno a ogni famiglia di risparmiare fino a 2500 dollari. I critici della riforma sostengono che le norme di Trump faranno aumentare notevolmente il deficit statale: si stima un incremento di 1500 miliardi entro il 2025.

Sul piano tecnico, l’impatto totale della manovra sarà di 1500 miliardi di dollari. Il punto cruciale è il taglio delle tasse alle imprese: l’aliquota scenderà dall’attuale 35 al 21 per cento — contro il 15 per cento inizialmente promesso da Trump. Gli scaglioni della tassazione generale resteranno invece sette: vanno dall’aliquota del dieci per cento per la fascia di reddito più bassa, invariata rispetto a quella in vigore, al 37 per cento per quella più alta, che ottiene pertanto uno sconto rispetto all’attuale 39,6. È stato cancellato il «mandato individuale», ovvero l’obbligo di assicurazione sanitaria per tutti, uno degli aspetti centrali della riforma sanitaria dell’amministrazione Obama.

Il testo, che i repubblicani intendono approvare la prossima settimana, prevede anche il raddoppio delle deduzioni standard sino a 12.000 dollari per gli individui e sino a 24.000 dollari per le coppie, l’aumento delle deduzioni per i figli sino a 2000 dollari, il mantenimento delle deduzioni degli interessi per i nuovi mutui sino a 750.000 dollari, la deduzione delle tasse locali e statali sino a 10.000 dollari, esenzioni per i costi dei college. La riduzione delle tasse per gli individui scadrà dopo otto anni.

Un altro punto controverso della riforma riguarda la lotta all’inquinamento. In effetti, se approvata la nuova legge aprirà la strada alle trivellazioni petrolifere nell’Arctic National Wildlife Refuge, un’area naturale protetta degli Stati Uniti che si trova nella zona nord-orientale dell’Alaska. I democratici e i gruppi ambientalisti sostengono che il piano del Grand Old Party comporta notevoli rischi di disastri ambientali in una delle aree più pure del paese.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

21 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE