Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​Intesa nella Repubblica Centroafricana
per liberare i bambini soldato

· ·

I leader di otto gruppi armati nella Repubblica Centroafricana hanno firmato ieri un accordo per rilasciare i bambini soldato associati alle loro forze e per interrompere immediatamente l’arruolamento di altri minori. 

Un bambino centroafricano ferito in combattimento a Bangui (Reuters)

Secondo l’Unicef, tra i seimila e diecimila bambini sono attualmente associati a fazioni armate nel Paese. I dati comprendono i bambini utilizzati nei combattimenti, i piccoli impiegati nelle cucine, come messaggeri e in altri ruoli. «È un altro grande passo in avanti nella protezione dei minori in questo Paese», ha dichiarato Mohamed Malick Fall, rappresentate Unicef.

«La Repubblica Centroafricana è uno dei posti peggiori al mondo per essere bambini, e l’Unicef spera di poter lavorare, nel minor tempo possibile, con le autorità locali per aiutare a riunire questi piccoli alle loro famiglie». L’accordo, facilitato dall’Unicef e dai suoi partner, è stato firmato durante il forum di riconciliazione nazionale — che si svolge nella capitale Bangui dal 4 all’11 maggio — con l’obiettivo di ripristinare la pace nel Paese lacerato dal conflitto.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

26 gennaio 2020

NOTIZIE CORRELATE