Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Integralismo politicamente corretto

· Le accuse di razzismo all’eroe di Hergé ·

Impacchettato come una pubblicazione pornografica e relegato nella sezione per soli adulti: questa la sorte che nel Regno Unito l’editore Egmont ha riservato a Tintin in Congo , il secondo albo delle avventure dell’eroe di Hergé, x -rated perché razzista. Opportuna tutela per gli indifesi bimbi di Sua Maestà o deliri del politicamente corretto all’ombra del Big Ben?

«La rappresentazione degli africani fornita da Hergé riflette la sua epoca storica» ha scritto a sua volta, assolvendo il giovane reporter col ciuffo, Valery de Theux de Meylandt, la procuratrice incaricata dalla magistratura belga di fornire un parere sull’opportunità di censurare il fumetto per razzismo. Più che un tentativo di salvare l’eroe nazionale, la posizione belga applica un metodo che tutela intere fette di capitale umano. La contestualizzazione storica è indispensabile per evitare di cadere nel ridicolo. Il fumetto incriminato è degli anni Trenta, e per questo può presentare accenti figli del suo tempo: ma davvero la sua lettura potrebbe turbare i giovani britannici di oggi, nutriti a base di internet, video giochi e fish&chips ? Del resto, se il principio è quello dell’applicazione esasperata del politicamente corretto (dando vita — come scrive con piena ragione Fabio Cavalera sul «Corriere della Sera» — a «integralismo spacciato per progressismo»), i solerti inglesi dovrebbero smantellare lo scoutismo (movimento peraltro decisamente meritorio), giacché il suo fondatore, il londinese Robert Baden-Powell, oltre che militare e scrittore, fu anche razzista ed eugenista. E dire che lo hanno fatto baronetto e lord. Ma lui era inglese.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

18 novembre 2019

NOTIZIE CORRELATE