Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Insieme per una società giusta e fraterna

· Il Papa a una delegazione ecumenica della Finlandia ·

«Per procedere sulle vie della comunione è necessario che siamo sempre più uniti nella preghiera, sempre più impegnati nella ricerca della santità e sempre più coinvolti nei campi della ricerca teologica e della cooperazione al servizio di una società giusta e fraterna». Lo ha detto il Papa alla delegazione ecumenica finlandese ricevuta in udienza nella mattina di giovedì 17 gennaio, in occasione della festa di sant’Enrico.

Commentando il tema dell’annuale Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani, tratto in questo 2013 dal libro di Michea —  «Quel che il Signore esige da noi» — il Papa ha sottolineato come il profeta spieghi anche ciò che Dio esige: «Praticare la giustizia, amare la pietà, camminare umilmente con il nostro Dio». E questo «camminare umilmente, nell’obbedienza alla sua parola salvifica e con fiducia nel suo disegno generoso», rappresenta per Benedetto XVI «un’immagine eloquente del nostro percorso ecumenico sulla via verso l’unità piena e visibile di tutti i cristiani». Un itinerario — ha aggiunto — nel quale «siamo chiamati ad avanzare insieme sulla stretta via della fedeltà alla volontà sovrana di Dio, affrontando qualsiasi difficoltà od ostacolo che possiamo incontrare».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE