Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Insieme nella speranza

· Verso la commemorazione comune cattolica-luterana del 500° della Riforma ·

Il 31 ottobre a Lund e a Malmö, in Svezia, la Chiesa cattolica e la Federazione luterana mondiale commemoreranno congiuntamente, per la prima volta nella storia e a livello mondiale, il cinquecentesimo anniversario della Riforma. In preparazione dell’evento, il cardinale presidente del Pontificio consiglio per la promozione dell’unità dei cristiani e il reverendo segretario generale della Federazione luterana mondiale hanno scritto insieme un articolo — diffuso sul sito della Lutheran World Federation — che sottolinea i passi in avanti compiuti in quasi cinquant’anni di dialogo internazionale tra le due comunità. Ne pubblichiamo una nostra traduzione.

Nella città tedesca di Wittenberg, il monaco Martin Lutero nel 1517 contestò pubblicamente la diffusa pratica della vendita delle indulgenze. Lo fece sulla base delle sue convinzioni teologiche e spirituali. In un contesto già di per sé molto complesso di mutamenti sociali, politici ed economici, la sua protesta pubblica scatenò un profondo processo di cambiamento. 

Lutero non aveva mai avuto intenzione di fondare una nuova Chiesa, ma l’evolversi degli eventi alla fine portò a una divisione del cristianesimo d’Occidente, a conflitti e a violenza, con conseguenze sentite ancora oggi. Finora, gli anniversari dei centenari della Riforma sono stati fonte di polemica e confronto tra le due confessioni.

Questa volta sarà diverso. Il 31 ottobre 2016 Papa Francesco, per la Chiesa cattolica, e il vescovo Munib Younan e il reverendo Martin Junge, in rappresentanza della comunione mondiale delle centoquarantacinque Chiese che fanno parte della Federazione luterana mondiale, invitano a una celebrazione commemorativa comune per inaugurare il cinquecentesimo anniversario della Riforma. Per la prima volta nella storia, cattolici e luterani in tutto il mondo ricorderanno insieme la Riforma. Questa pietra miliare è espressione dei progressi compiuti in cinquant’anni di dialogo internazionale tra cattolici e luterani. Avviato sulla scia delle importanti deliberazioni del concilio Vaticano ii, questo dialogo ha portato alla comprensione reciproca. Ha contribuito a superare molteplici difficoltà e in più ha creato fiducia. Ha confermato la convinzione comune che le cose che uniscono cattolici e luterani sono più di quelle che li dividono. Ha dato espressione alla profonda convinzione di fede che sia i fedeli cattolici sia i fedeli luterani per mezzo del battesimo sono chiamati a essere parte dell’unico Corpo di Cristo.

di Kurt Koch e Martin Junge

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

26 maggio 2019

NOTIZIE CORRELATE