Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​Insieme per la Siria

· ​Progetto di collaborazione tra patriarcato di Mosca e Chiesa cattolica ·

Mosca, 12. Il patriarcato ortodosso di Mosca e la Chiesa cattolica uniranno gli sforzi per sostenere il restauro delle chiese cristiane in Siria gravemente danneggiate, quando non completamente distrutte, dalla furia delle milizie fondamentaliste del cosiddetto Stato islamico. 

È quanto rende noto un comunicato del Dipartimento per le relazioni esterne della Chiesa ortodossa russa a seguito di una visita di due giorni — il 6 e 7 aprile scorsi — che una delegazione delle due Chiese ha compiuto in Siria e in Libano per coordinare gli aiuti umanitari e concordare una serie di iniziative. «La necessità di redigere un elenco dettagliato dei luoghi cristiani distrutti e danneggiati durante la guerra in Siria e il rafforzamento della comune testimonianza cristiana della tragedia siriana sono stati riconosciuti come una delle priorità a breve termine», si legge nel comunicato, in cui si evidenzia proprio come «la tragedia in corso in Medio oriente», di cui sono vittime rappresentanti delle diverse confessioni cristiane e di altri gruppi etnici e religiosi, e «la necessità di un’azione urgente per migliorare tale situazione», sono state al centro dello storico colloquio avvenuto il 12 febbraio scorso all’Avana tra il patriarca di Mosca Cirillo e Papa Francesco.

Della delegazione hanno fatto parte lo ieromonaco Stefan (Igumnov), segretario per le relazioni inter-cristiane del Dipartimento per le relazioni esterne del patriarcato, l’arcivescovo della Madre di Dio a Mosca, monsignor Paolo Pezzi, e rappresentanti della fondazione pontificia Aiuto alla Chiesa che soffre.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 maggio 2019

NOTIZIE CORRELATE