Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Insieme contro l’intolleranza

· Il cardinale Tauran in Costa d’Avorio ·

«La Chiesa rispetta i credenti di tutte le religioni»: anzitutto «perché sono esseri umani con i loro diritti fondamentali», e poi perché essa «riconosce tutto ciò che c’è di vero e santo» in ognuna di loro. Lo ha assicurato il cardinale Jean-Louis Tauran alle guide religiose della Costa d’Avorio incontrate stamane, lunedì 16 marzo, nella basilica di Yamoussoukro.

La cattedrale di San Giovanni Battista a Korhogo

Il presidente del Pontificio Consiglio per il dialogo interreligioso, che si trova nel Paese africano dallo scorso 13 marzo, ha anzitutto ricordato la visita compiuta l’anno precedente nel vicino Benin, dove aveva potuto «apprezzare la profondità dei valori umani» delle religioni tradizionali — così ben radicate anche in Costa d’Avorio — le quali attraverso gli anziani che praticano il culto degli antenati hanno il merito di trasmettere «il senso del sacro, la fede in un Dio unico e buono, il gusto della celebrazione, la considerazione per la vita morale e l’armonia nella società». Tuttavia non mancano le sfide, ha osservato il porporato, come testimonia «la storia recente del Paese» segnata da reciproca mancanza di conoscenza, a volte fonte di incomprensioni e persino di scontro. Per questo, ha assicurato, «se tutti noi credenti in Dio desideriamo servire la riconciliazione, la giustizia e la pace, dobbiamo lavorare insieme per bandire ogni forma di discriminazione, d’intolleranza e di fondamentalismo». Infatti «l’antidoto più efficace contro ogni forma di violenza è l’educazione alla scoperta e all’accettazione delle differenze». Da qui l’invito a «continuare a stabilire legami di amicizia, di fiducia e di rispetto reciproco».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

18 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE