Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Innocenza e pregiudizio

· L’affare Dreyfus secondo il romanziere Robert Harris ·

Affronta una storia che ha cambiato la Francia e forse anche l’Europa, il romanzo di Robert Harris L’ufficiale e la spia (Milano, Mondadori, 2014, pagine 437, euro 19): è la storia di Alfred Dreyfus, l’ufficiale ebreo francese che nel 1894 fu accusato ingiustamente di essere una spia tedesca e la cui vicenda processuale divise profondamente in due l’intero Paese ed emozionò l’Europa.

Lo scrive Anna Foa aggiungendo che il romanzo, da cui il regista Roman Polanski sta traendo un film, ha vinto il prestigioso National Books Awards. È un libro che segue con grande rigore il percorso storico, prendendosi poche libertà narrative: la più significativa delle quali è nell’io narrante, George Picquart, un personaggio a cui normalmente i libri di storia dedicati all’Affaire Dreyfus non hanno dato tutto il rilievo che si meritava e che qui parla in prima persona.Militare, capo dei servizi segreti dell’esercito, Picquart, da principio,è convinto della colpevolezza di Dreyfus, tanto da collabora re al suo arresto. Poi comincia la sua gradualecomprensione della realtà dei fatti, ovvero della persecuzione messa in atto dall’esercito contro Dreyfus: alla fine si registra la vittoria dei dreyfusards.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

26 maggio 2019

NOTIZIE CORRELATE