Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Inno alle madri

· All’udienza generale Papa Francesco parla della famiglia ·

Poco ascoltate, poco aiutate, spesso sfruttate anche «per risparmiare sulle spese sociali», le madri sono oggi l’unico vero antidoto all’individualismo egoistico che disumanizza la società.

Gustav Klimt, «Madre e figlia» (particolare del dipinto «Le tre età della donna», 1905)

A loro Papa Francesco ha dedicato la catechesi all’udienza generale di mercoledì 7 gennaio, la prima del nuovo anno, sottolineando che «una società senza madri sarebbe una società disumana, perché le madri sanno testimoniare sempre, anche nei momenti peggiori, la tenerezza, la dedizione, la forza morale».

Il Pontefice ha osservato che anche nelle comunità cristiana il ruolo centrale delle madri non è tenuto sempre in considerazione. E spesso passano sotto silenzio i «tanti sacrifici» compiuti per i propri figli — «io ricordo a casa, eravamo cinque figli e mentre uno ne faceva una, l’altro pensava di farne un’altra, e la povera mamma andava da una parte all’altra, ma era felice» ha raccontato — mentre resta incompresa «la lotta quotidiana per essere efficienti al lavoro e attente e affettuose in famiglia» e non vengono valorizzate le aspirazioni «per esprimere i frutti migliori e autentici della loro emancipazione».

In realtà sono proprio le madri a testimoniare «la bellezza della vita» e «il senso più profondo» della fede attraverso quello che l’arcivescovo Oscar Arnulfo Romero definiva un «martirio materno». Perché — ha spiegato Francesco — «essere madre non significa solo mettere al mondo un figlio, ma è anche una scelta di vita» E questo, ha rimarcato, «è grande» e «bello».

Il testo della catechesi del Papa

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

24 luglio 2019

NOTIZIE CORRELATE