Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​Iniziato il disarmo delle Farc

· ​Passi avanti per la pace colombiana ·

Guerriglieri delle Farc nel villaggio di Pondores nel dipartimento  di La Guajira (Epa)

Passi avanti per la pace in Colombia. Le Forze armate rivoluzionarie della Colombia (Farc) hanno cominciato ieri il disarmo secondo i termini dell’accordo di pace con il governo, in una giornata che il presidente, nonché premio Nobel per la pace 2016, Juan Manuel Santos, ha definito storica. Questa — ha scritto Santos in un post su Twitter — «è una giornata storica per il paese: le Farc dicono addio alle armi, per scambiare violenza con riconciliazione. La pace va avanti». Secondo il cronogramma stabilito dalla guerriglia e dal governo colombiano, nell’accordo sottoscritto da entrambe le parti con la mediazione delle Nazioni Unite, ieri segnava l’inizio del disarmo. Questo comporta che il gruppo consegnerà subito il trenta per cento delle sue armi (pistole, fucili, mitra, bombe ed esplosivi) ai delegati dell’Onu, che procederanno alla loro immediata distruzione. Il restante settanta per cento sarà invece consegnato dai guerriglieri in altre due tappe nei prossimi mesi, sempre sotto il controllo degli ispettori dell’Onu, fino al disarmo totale della guerriglia, che si trasformerà progressivamente in un partito politico. In oltre mezzo secolo, il conflitto colombiano ha causato circa 220.000 morti. Nel dicembre scorso il parlamento di Bogotá ha votato l’amnistia per i ribelli. La legge è stata approvata con 69 voti a favore e nessun contrario al senato e a 121 a favore e nessun contrario. Il provvedimento sarà applicabile a tutti i membri delle Farc, eccetto per quelli che abbiano commesso crimini di guerra o violazione dei diritti umani nel corso del conflitto armato. E sempre nel dicembre scorso il parlamento colombiano ha approvato la nuova intesa con le Farc, dopo la bocciatura della prima intesa nel referendum. 

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 settembre 2018

NOTIZIE CORRELATE