Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Infanzia negata
ai bambini iracheni

· Centocinquanta morti per mancanza di cibo e cure mediche ·

Baghdad, 30. Ha diverse drammatiche realtà la crisi irachena: tra queste la tragica condizione dei bambini ai quali semplicemente viene negato il diritto a crescere. Centocinquanta bambini iracheni sono morti, in un mese e mezzo, per mancanza di cibo e cure mediche adeguate.

Piccoli profughi iracheni vicino a Erbil (Ansa)

Il dato è stato reso noto ieri dall’Alta commissione per i diritti umani di Baghdad. È una situazione che s’inserisce nella tragedia di centinaia di migliaia di persone — tra le quali moltissimi cristiani — costrette a lasciare la propria casa per fuggire dalle violenze scatenate, nel nord del Paese, dai miliziani dello Stato islamico (Is).

Un membro dell’Alta commissione, Masrur Aswad, ha parlato di condizioni di vita «difficilissime» per i profughi iracheni, in gran parte provenienti dalla provincia di Ninive, di cui è capoluogo Mosul, moltissimi dei quali hanno cercato scampo nei territori della regione autonoma del Kurdistan. Secondo i dati forniti dalla commissione, sarebbero più di un milione i civili che si sono dati alla fuga.

Ieri intanto centinaia di cristiani hanno dato vita a una manifestazione nella città curda di Dohuk, una cinquantina di chilometri a nord di Mosul, per protestare contro le espulsioni dai territori occupati dai jihadisti. «Siamo qui per condannare le violenze compiute dai gruppi terroristi e per chiedere alla comunità internazionale di mettere fine a queste ingiustizie» ha detto, citato dall’agenzia Ansa, Farid Yacub, portavoce del Movimento assiro democratico, che ha promosso il raduno.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE