Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​India e Pakistan
verso
la normalizzazione diplomatica

Ulteriore segno di allentamento della tensione tra Pakistan e India: gli alti commissari di entrambi i paesi hanno ripreso oggi le loro funzioni diplomatiche. Entrambi avevano richiamato i loro inviati sull’onda della recente escalation militare in Kashmir. L’alto commissario indiano Ajay Bisaria è arrivato a Islamabad al mattino, dopo essere stato richiamato il 15 febbraio dal ministero degli esteri indiano. Quello pakistano in India, Sohail Mahmood, ha avuto un incontro con il primo ministro, Imran Khan, nella giornata di ieri prima di ripartire per l’India. Era stato richiamato il 18 febbraio. 

Sebbene si registrino segnali distensivi, la situazione rimane comunque delicata. L’India aveva chiesto che il Pakistan facesse passi concreti contro i terroristi che operano dal suo territorio. E nei giorni scorsi Islamabad aveva dato il via a diverse operazioni contro gruppi in particolare nel sud del paese, dove però gran parte della popolazione si oppone alle rappresaglie. Oggi il portavoce del ministero degli affari esteri indiano Raveesh Kumar ha dichiarato che l’azione repressiva pakistana di questa settimana — su seminari, moschee e ospedali appartenenti a gruppi fuorilegge con l’arresto di dozzine di persone — non è sufficiente e a riguardo sottolinea come analoghi provvedimenti, meramente dimostrativi, sono stati presi da Islamabad all’indomani di ogni attacco terroristico.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

21 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE