Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Operazione antiterrorismo in Italia

· Due giorni di esercitazioni a Londra per prevenire possibili attacchi ·

L’incubo terrorismo non risparmia l’Italia. È scattata alle prime ore di stamattina una vasta operazione delle forze dell’ordine contro alcune cellule del terrore internazionale nel nord e nel centro del Paese. La prima operazione, denominata “Martese”, ha portato finora a dieci arresti e a molte perquisizioni nelle province di Milano, Bergamo, Grosseto e in una città albanese. 

Una fase dell’esercitazione in Gran Bretagna (Reuters)

A tutti e dieci sono contestate a vario titolo le accuse di associazione con finalità di terrorismo. Le indagini condotte dalla sezione antiterrorismo della Digos di Milano hanno permesso di accertare che gli indagati fanno parte di due distinti nuclei familiari, di cui uno formato da cittadini italiani convertiti da qualche anno all’islam e determinati a partire per la Siria; l’altro composto da cittadini di nazionalità albanese residenti a Scansano, in provincia di Grosseto. Sempre questa mattina, in una seconda operazione, svoltasi a Roma, i carabinieri del Ros hanno arrestato due immigrati maghrebini con l’accusa di terrorismo internazionale. Un terzo indagato è già in carcere in Marocco per gli stessi reati. Al centro delle indagini della procura di Roma, una cellula di matrice qaedista. L’accusa, in particolare, è di aver avviato e gestito un sito internet dedito all’indottrinamento e all’addestramento di aspiranti militanti della jihad.

Nel frattempo, comunque, dopo gli attacchi in Tunisia, Kuwait e Francia, l’allarme terrorismo resta alto in tutta Europa. A Londra continua la più vasta esercitazione antiterrorismo mai realizzata nella storia della Gran Bretagna. Per due giorni (ieri e oggi) centinaia fra agenti di polizia, militari e addetti ai soccorsi hanno simulato l’incubo di un assalto dei jihadisti nel cuore della capitale britannica.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE