Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Incontro a Villa Bonaparte per i sessant'anni dell'edizione in lingua francese

In occasione del sessantesimo anniversario dell'edizione settimanale in lingua francese de «L'Osservatore Romano», l'ambasciatore di Francia presso la Santa Sede, Stanislas de Laboulaye, ha incontrato mercoledì sera, 20 gennaio, nella sede dell'ambasciata a Villa Bonaparte, il direttore e il vicedirettore, l'incaricato Jean-Michel Coulet e la redazione dell'edizione, insieme con una rappresentanza di redattori e collaboratori del giornale. Nel salutarli l'ambasciatore ha ripercorso la storia de «L'Osservatore Romano» e ha evidenziato la nuova linea editoriale intrapresa a partire dal 27 ottobre 2007. Da parte sua, il direttore ha inquadrato la storia dell'edizione settimanale in lingua francese nel contesto di quella del quotidiano, che celebrerà il centocinquantesimo di fondazione nel 2011, sottolineando in particolare lo sforzo di promozione del giornale in Italia e all'estero. Un lavoro — ha assicurato Coulet — che trova riscontro nella forma e nei contenuti dell'edizione, chiamata a confrontarsi con le  sfide del futuro, prima fra tutte quella della diffusione attraverso la rete. Alla serata hanno partecipato i cardinali Paul Poupard e Jean-Louis Tauran, monsignor  Jean-Marie  Speich,  capo  ufficio  della  sezione  francese  della Segreteria di Stato, alcuni ambasciatori e diversi rappresentanti dei media francesi e italiani.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

23 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE