Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Incertezze europee

· Alla vigilia del Consiglio Ue Merkel boccia il piano Van Rompuy per una nuova Unione ·

«Nessuno debito comune finché vivo». La risposta del cancelliere tedesco, Angela Merkel, al piano anti-crisi targato Van Rompuy lascia pochi margini di interpretazione: Berlino si oppone con forza a qualsiasi ipotesi di mutualizzazione del debito. La vigilia del consiglio Ue di domani e venerdì non si apre dunque sotto i migliori auspici: la posta in gioco è alta, tanto quanto il rischio di non raggiungere un accordo. «Tratterò a oltranza per l’euro» ha dichiarato il presidente del Consiglio dei Ministri italiano, Mario Monti. Anche la Casa Bianca ha chiesto un cambio di passo per uscire dalla crisi.

«La sfida per questo Consiglio europeo è, mai come ora, di segnalare in modo chiaro e concreto che stiamo facendo tutto quello che è richiesto in risposta alla crisi» ha dichiarato oggi il presidente del Consiglio Ue, Hermann Van Rompuy.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

24 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE