Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

In Ghana la riunione dei vescovi del Secam

· In preparazione della prossima assemblea plenaria ad Accra ·

Si concluderà il prossimo 3 marzo ad Accra, capitale del Ghana, la riunione del Comitato permanente delle Conferenze episcopali di Africa e Madagascar (Secam/Sceam).

I lavori della riunione — riferisce l'agenzia Fides — saranno incentrati sui seguenti temi: valutazione dell'assemblea speciale per l'Africa del Sinodo dei vescovi che si è svolta in Vaticano lo scorso ottobre; preparazione della prossima assemblea plenaria del Secam, che si terrà ad Accra dal 26 luglio al 2 agosto prossimo.

L'assemblea plenaria del Secam avrà per titolo: «Il Secam/Sceam 40 anni dopo: autonomia e prospettiva per la Chiesa in Africa».

L'incontro è preceduto da una messa che sarà celebrata nella cattedrale dello Spirito Santo di Accra, domenica 28 febbraio, con la quale iniziano i festeggiamenti per i quarant'anni del Secam/Sceam. In tutte le parrocchie e le cappellanie del continente saranno celebrate messe per il Secam e per il rinnovamento spirituale dei dirigenti, dei funzionari e del popolo africano.

Il simposio venne costituito il 29 luglio del 1969 da Paolo VI in occasione della visita a Kampala, capitale dell'Uganda, durante il primo viaggio di un Papa in terra d'Africa.

La decisione di proclamare il 29 luglio giornata del simposio delle Conferenze episcopali di Africa e Madagascar fu presa nell'aprile del 2006 durante la riunione del comitato permanente del Secam svoltasi nella capitale della Costa d'Avorio, Abidjan. Successivamente, durante un incontro a Bujumbura è stato deciso di ricordare il 29 luglio anche l'istituzione del comitato permanente del Secam.

Il comitato permanente dovrà anche decidere il futuro del progetto per la buona governance del simposio, che è stato adottato tre anni fa. Il progetto, che ha una durata di tre anni e un costo di poco più di un milione di euro, ha ricevuto i finanziamenti da parte di Misereor, l'agenzia per lo sviluppo della Conferenza episcopale della Germania.

Del comitato permanente del Secam/Sceam fanno parte l'arcivescovo di Dar-es-Salaam, cardinale Polycarp Pengo, presidente del simposio, un rappresentante per ognuna delle nove regioni del Secam/Sceam e il tesoriere del simposio.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

25 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE