Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Impegno europeo

· Contro i trafficanti di migranti nel Mediterraneo ·

Un migrante riceve assistenza nel porto di Corigliano Calabro (Reuters)

La lotta ai trafficanti di esseri umani sarà una priorità dell’Unione europea. Il commissario all’Immigrazione dell’Ue, Dimitris Avramopoulos, annuncia il pugno di ferro contro i trafficanti alla luce degli ultimi casi delle navi Blue Sky e Ezadeen, i cui equipaggi hanno abbandonato il timone dopo avere impostato la rotta verso le coste italiane, mettendo così a rischio la vita dei migranti.

«I trafficanti trovano nuove rotte per l’Europa e impiegano nuovi metodi per sfruttare i disperati» ha sottolineato Avramopoulos, elogiando «la Guardia costiera italiana e Frontex (l’agenzia europea per l’immigrazione, ndr) che nel quadro dell’operazione congiunta Triton hanno salvato centinaia di migranti». Gli eventi degli ultimi giorni, dunque, per l’Unione europea sottolineano «la necessità di un’azione risoluta e coordinata di tutta l’Unione» che, ha annunciato Avramopoulos, si muoverà con «impegno e determinazione» contro i trafficanti per non permettere loro «di porre a rischio vite su navi abbandonate in condizioni meteo pericolose». 

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

14 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE