Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Imminente l’avvio dei ricollocamenti
di profughi nell’Unione europea

· Non s’interrompono gli arrivi nelle isole dell’Egeo ·

La questione dei flussi di profughi e migranti resta al centro del confronto tra i diversi soggetti dell’Unione europea, mentre si incominciano a organizzare i primi ricollocamenti in altri Paesi di richiedenti asilo ancora bloccati in quelli di arrivo, cioè Grecia e Italia. In un forum tenuto a Bruxelles tra un’ottantina di delegati dei Paesi dell’Ue e delle istituzioni comunitarie si è discusso dei particolari tecnici per la messa a punto del meccanismo. 

Profughi siriani sbarcati sull’isola greca di Lesbos (Ap)

Fonti italiane hanno detto che primi ricollocamenti di richiedenti asilo presenti a Lampedusa potrebbero avvenire già la settimana prossima. Alcuni Paesi, tra i quali Svezia e Lussemburgo, hanno dato la loro disponibilità. L’Estonia, invece, si è detta già pronta ed esponenti del Governo saranno presto a Roma. Per quanto riguarda l’immigrazione economica illegale, i cui flussi procedono di pari passo con quelli dei profughi, viene ribadito il diritto all’espulsione dai Paesi di arrivo, ma non quello di respingimento indiscriminato. Funzionari della Commissione europea hanno annunciato, in particolare, l’imminente invio di una lettera di richiamo al Governo ungherese. Nel frattempo gli arrivi non s’interrompono, in particolare sulle isole del mar Egeo. Ieri la Guardia costiera greca ha tratto in salvo novanta persone, di nazionalità soprattutto siriana, ma anche afghana, su natanti in difficoltà a largo delle isole di Chios e Lesbos. Secondo dati diffusi sempre ieri dalla polizia greca, nel mese di settembre sono sbarcate a Lesbos 73.179 persone, portando il totale dall’inizio dell’anno a 186.720, tre volte l’intera popolazione dell’isola.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 marzo 2019

NOTIZIE CORRELATE