Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Immaginazione e coraggio

· Il preposito della Compagna di Gesù presenta la trentaseiesima Congregazione generale ·

«Spero che i frutti della Congregazione siano una migliore vita religiosa nello spirito del Vangelo e una nuova capacità di immaginare l’approccio alla nostra missione». È ciò che si augura padre Adolfo Nicolás Pachón, preposito generale della Compagnia di Gesù, nel presentare sul sito in rete dei gesuiti la trentaseiesima Congregazione generale che si aprirà a Roma il prossimo 2 ottobre.

Il padre generale illustra le sue aspettative: «Dopo il concilio Vaticano ii, era necessario riformulare molti aspetti e dimensioni della vita religiosa e questo è quanto è successo dalla trentunesima alla trentacinquesima Congregazione generale. Le Congregazioni si sono assunte questo compito e, con più o meno successo, hanno cambiato la metodologia per incorporare questo aspetto dei nuovi tempi nella Chiesa». Adesso, «possiamo iniziare a occuparci nuovamente dei compiti che sono propri di una Congregazione di questo tipo e con dei numeri così elevati», prosegue padre Nicolás Pachón, secondo cui «una Congregazione non ha lo scopo di produrre, comunemente, lunghi documenti. Essa rappresenta piuttosto tutta la Compagnia, nel discernere su come perfezionare la nostra vita religiosa e su come migliorare il nostro servizio alla Chiesa e al Vangelo nel “servizio delle anime”».

Per il padre generale, «c’è una nuova consapevolezza nella Compagnia di aver bisogno di audacia, immaginazione e coraggio per affrontare la nostra missione come parte della più grande missione di Dio per il nostro mondo».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 luglio 2019

NOTIZIE CORRELATE