Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Votare è anche
un dovere cristiano

· La conferenza episcopale cilena sulle imminenti consultazioni locali ·

Santiago del Cile, 18. «Ogni voto è importante per consentire alle persone capaci, oneste, laboriose, di arrivare al posto di sindaco e consigliere comunale con buoni programmi, che promuovono in modo integrale la vita e la dignità delle persone». 

È quanto ha ricordato il comitato permanente della Conferenza episcopale del Cile in un messaggio che è stato letto durante tutte le messe di sabato e domenica scorsa, e che sarà ribadito anche nelle celebrazioni eucaristiche di sabato 22 e domenica 23 ottobre, in occasione delle elezioni alle quali i cileni saranno chiamati ad eleggere i sindaci e i consiglieri comunali.

I vescovi invitano i cattolici «a partecipare con entusiasmo a questo atto civico», poiché «per i cristiani, andare alle urne non è solo un diritto. Secondo la legge il voto è volontario, ma moralmente è un dovere», evidenziano i presuli, che al riguardo citano il Compendio di dottrina sociale della Chiesa.

«Non rassegnamoci allo sguardo fatalista di diffidenza e di sospetto, non si indebolisca la nostra speranza» esortano ancora i presuli, ricordando che «il governo locale non può essere estraneo alle nostre preoccupazioni» e invitano tutti a dare un segnale forte al Paese: «Esercitiamo la nostra responsabilità civica andando alle urne». Le elezioni si terranno domenica prossima.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

16 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE