Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Il viaggio
della guarigione

· Dal dolore per la violenza subita alla conversione ·

«La forza di Maria non le viene dall’aver dimenticato la sofferenza vissuta ai piedi della Croce, ma dal ricordarla in un modo nuovo»: sta tutto qui – nel trinomio di sofferenza, elaborazione del trauma e santità – il senso del libro della statunitense Dawn Eden, My Peace I give you. Healing Sexual Wounds with the Help of the Saints (Notre Dame, Indiana, Ave Maria Press, 2012, pagine 221). 

Dawn Eden

Lo scrive Giulia Galeotti aggiungendo che ebrea convertitasi al cattolicesimo a 31 anni, Dawn Eden venne abusata sessualmente quando era una bimba di appena sei (di sabato, mentre la madre pregava nella sinagoga, la piccola veniva lasciata a giocare nell’adiacente biblioteca, dove l’addetto ai libri approfittava di lei). Raccontato l'episodio alla madre, la bambina si vide immediatamente trasformata da vittima in colpevole. «Dopo essermi confidata con mia madre, mi sentii la bambina che aveva permesso a un uomo anziano di fare cose sporche su di lei; poi, dopo il racconto al rabbino, mi sentii una bugiarda».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

23 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE