Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Le Nazioni Unite tolgono il voto al Venezuela

· ​Per il mancato pagamento dei contributi all’organizzazione. ·

L’Onu sanziona il governo venezuelano privandolo del suo diritto di voto all’Assemblea generale a causa del mancato pagamento dei contributi all’organizzazione. Lo riporta il quotidiano «El Nacíonal». I regolamenti delle Nazioni Unite stabiliscono questa sanzione per i paesi membri che hanno pagamenti in sospeso per una quantità uguale o superiore ai contributi corrisposti dall’organizzazione durante i due anni precedenti. Stéphane Dujarric, portavoce delle Nazioni Unite, ha dichiarato che alla data del 29 gennaio otto paesi si trovavano nella stessa situazione. Oltre al Venezuela, sono Repubblica Centrafricana, Dominica, Guinea Equatoriale, Grenada, Libia, Suriname e Yemen. Le regole Onu consentono eccezioni per gli stati membri che affrontano situazioni particolari. Per questo motivo, l’Assemblea generale ha deciso lo scorso ottobre che le Comore, la Guinea Bissau, São Tomé e Príncipe e la Somalia potranno votare durante l’attuale periodo di sessioni nonostante non abbiano pagato gli importi corrispondenti ai contributi dell’organizzazione. Intanto, i paesi del gruppo di Lima — Perú, Argentina, Brasile, Canada, Cile, Colombia, Costa Rica, Guatemala, Guyana, Honduras, Messico, Panama, Paraguay e Santa Lucía — si sono riuniti ieri per tornare a discutere della crisi. Al termine dell’incontro, hanno chiesto al governo venezuelano si fissare un nuovo calendario elettorale, mettendo l’accento sulla necessità di «elezioni democratiche, libere e credibili». Inoltre, i paesi hanno chiesto aiuti umanitari per le migliaia di venezuelani in fuga verso la Colombia e il Brasile.

Sul piano interno, a dimostrare la gravità della crisi venezuelana è l’aumento delle malattie da malnutrizione.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

12 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE